PINOCCHIO 2.0

venerdì 26 alle 21 andiamo in scena al Civico di Tortona col meraviglioso gruppo integrato “LA CRISALIDE E IL VENTO”, i favolosi ragazzi della comunità per minori La Crisalide e Paolo VI Onlus ed i mitici volontari del don Orione (nonchè studenti del Liceo Peano). “PINOCCHIO 2.0”

 

EPPUR SI MUOVE… L’UOMO! Del viaggiare la necessità

Borderlands è uno spazio creativo dove il laboratorio integrato di Teatro Sociale permette lo scambio e la trasformazione di idee, di emozioni, di speranze, di sogni, di progetti, di domande e risposte da inventare, di gioco e di vita vera.

Borderlands è ogni anno uno viaggio diverso e quest’anno è un viaggio nel viaggio: migrazioni, spostamenti, trasferimenti di ieri, di oggi e di domani che per l’essere umano sono necessità, bisogno, scoperta, crescita.

Per il 2017 arriva sul palcoscenico del Teatro Volta con il titolo

Eppur si muove… l’uomo! Del viaggiare la necessità in programma

27 APRILE ORE 21

Poesia è la limpida meraviglia di un delirante fermento: 29 aprile 2017 (SVOLTA TEATRALE)

29 aprile 2017, ore 21

POESIA È LA LIMPIDA MERAVIGLIA DI UN DELIRANTE FERMENTO
spettacolo conclusivo del laboratorio S-Volta teatrale
      presso il teatro Cesare Volta di Pavia (piazzale S. d’Acquisto, 1 – Quartiere Scala)


Ma chi ha detto che la Poesia è solo roba da cattedre e studiosi di genere, da biblioteche polverose e circoli intellettuali?!?
Signore e signori, noi siamo qui per dirvi attraverso una più che delirante, imprevedibile e travolgente performance teatrale, che la Poesia è roba da tutti i giorni … basta avere occhi capaci di cogliere la bellezza e la meraviglia che il quotidiano ci offre.

Poesia è una scritta sul muro che trattiene lo sguardo e ti fa pensare; è nei piccoli grandi gesti che parlano di amicizia, di amori che nascono o che non nasceranno mai, di vittorie sfrontate e cocenti delusioni.

Poesia è un esercizio, è la scoperta di poter giocare anche con le parole, con i sensi, con le immagini. Ma Poesia è anche coraggio, trasgressione, rottura delle aspettative e… grandissima ironia.

Del resto, l’adolescenza stessa non è forse il più delirante e meraviglioso fermento che la vita ci abbia riservato di attraversare?

Lina Fortunato e Eugenio Leucci
(Associazione Culturale Antigone)

* Un ringraziamento particolare va al poeta “Delta Tau”, autore misterioso delle bellissime citazioni che impreziosiscono, inaspettate, la nostra città nonché musa ineguagliabile del gruppo S-Volta Teatrale.

D’amore, di morte e di altre sciocchezze…

 

“  D’Amore, di morte e di altre sciocchezze… ”

Laboratorio Teatrale “Ci Sto Dentro” (Aprile 2017)

 

 

Il Laboratorio di Teatro sociale “Ci sto Dentro” è frutto dell’incontro e dell’unione di due gruppi di adolescenti che, praticando lo stesso linguaggio nel medesimo spazio, decidono di unire risorse e idee, dando così vita a un’esperienza di grande valore sociale e culturale.

 

Ragazze e ragazzi fra i 15 e i 20 anni si ritrovano settimanalmente  in uno spazio speciale per  stare insieme, per fare amicizia, per stare bene, per fare festa. E’ il Teatro che esce dai suoi luoghi convenzionali, incontra i giovani e  viene investito dalla loro energia, fantasia, creatività, inventiva. Ne esce un Teatro trasformato che si riveste di obiettivi fondamentali nella crescita di una persona: attivare la fantasia, potenziare la creatività, trovare l’immagine di se stessi.

 

Il laboratorio teatrale si  configura quindi come un percorso,  orientato al riconoscimento di quello che ciascuno di noi propriamente è, della propria virtù, della propria capacità.  Ci sembra un compito educativo altissimo e di grande preziosità per i nostri adolescenti.

Come dicevano i Greci, l’arte del vivere consiste proprio nel riconoscere le proprie capacità (“conosci te stesso”) e nell’esplicitarle e vederle fiorire secondo misura.  

Indurre nei giovani la gioiosa curiosità di scoprire se stessi e gli altri, approdare a quell’espansione della vita a cui per natura tende la giovinezza e il suo potenziale creativo, questa è la sfida per chi educa.

 

Il teatro è il luogo dell’incontro di tutto questo attraverso il corpo:  con la mimica, con la capacità gestuale, con l’espressione di tutte le emozioni. Il corpo diventa il punto di contatto tra il teatro e la capacità delle persone di relazionarsi con se stesse e con gli altri.

Queste relazioni crescono all’interno di un processo creativo grazie all’esistenza del gruppo, che è luogo privilegiato di esplorazione dell’esperienza di crescita in tutta la sua complessità emotivo-relazionale.

Il gruppo diventa così un luogo sempre in movimento e in trasformazione, dove costruire un benessere individuale e collettivo, grazie alla rete di solidarietà reciproca che sviluppa la responsabilità nella relazione.

 

Il laboratorio teatrale quindi si propone come obiettivo primario quello di creare un gruppo di lavoro in grado di elaborare al suo interno dinamiche interpersonali e, in un secondo momento, in grado di usare le tecniche teatrali in funzione espressiva e comunicativa.

 

Il laboratorio diventa un luogo creativo e di relazioni profonde, uno spazio privilegiato per sperimentare percorsi sentiti come comuni dai partecipanti  all’esperienza.

 

Attraverso l’attività teatrale i ragazzi, anche quelli con gravi problematiche personali, possono trovare un luogo nel quale sentirsi accettati, accolti, valorizzati e sostenuti in una delle fasi più difficili e delicate del loro percorso evolutivo.

Il laboratorio settimanale rappresenta spesso per i ragazzi una sorta di oasi, capace di rispettare i tempi, i limiti e le resistenze delle persone ma anche di stimolarne risorse e capacità.  Un’oasi al di là dell’invisibile  peso che ognuno di loro è costretto a portare sempre, silenziosamente, dentro di sè : il peso dell’insuccesso scolastico, dell’isolamento dai coetanei e del loro giudizio, il peso di un genitore sofferente o assente,  o del costante vissuto di non essere “abbastanza”… abbastanza bravi, belli, intelligenti, colti, simpatici.

Fare teatro insieme, invece, facilita lo stabilirsi di legami di forte empatia e di reciproco sostegno : mettersi di fronte ad un pubblico, con la coscienza e la forza di essere un gruppo consapevole di sè e del lavoro condiviso, riceverne l’entusiastico applauso  è una esperienza fra le più nutritive in temini di autostima e di incremento della fiducia in se stessi che un adolescente possa realizzare.

CORPO – RELOADED

 

“Su di esso dormiamo, vegliamo

 combattiamo, vinciamo e siamo vinti

cerchiamo il nostro posto

conosciamo le nostre inaudite felicità e

le nostre favolose cadute, amiamo.”

                                  Antonin Artaud

 

“CORPO” (2014) è una delle performance del Laboratorio di Teatro Sociale “I Satelliti” di Anffas che maggiormente ci rappresenta e  abbiamo amato.

La forza e la potenza del tema dell’opera (il corpo, come base della poetica espressiva teatrale e delle relazioni umane in genere) non potevano essere abbandonati per sempre.

Così è nato “CORPO – RELOADED” :  un riaggiornamento  e  una rivisitazione  di quell’intenso lavoro che vede oggi un progetto fotografico completamente nuovo,  insieme all’inserimento di nuovi attori e risorse in un  gruppo  in continua crescita espressiva.

 

Il corpo è la cifra ineliminabile dell’essere, è involucro, esistenza, strumento di conoscenza e di dialogo,   prigione e rifugio.  E’  il nodo cruciale del sentire e del pensare, in cui il sentire è attraverso i sensi ma anche e soprattutto un sentire emozionale.

Il corpo orienta, governa, condiziona la biografia.  Le storie personali potrebbero essere costruite guardando ciò che la propria corporeità rivela : colori, suoni, odori, cicatrici (visibili o interiori).

Attraverso il Teatro noi mettiamo in scena  una corporeità che si scioglie, che perde rigidità, che diventa sinuosa e flessuosa, che si rilassa e si diverte.

Corpi che raccontano il desiderio di vivere attraverso il proprio modo di essere, personale e irripetibile.

 

Il corpo di chi è diversamente abile, per lungo tempo concepito come stigma della diversità e marginalità, a Teatro diviene identità in costruzione, cifra, segno poetico e simbolo di universale fragilità.

 

Lina Fortunato    conduzione laboratorio e regia

Simone Piovan    progetto fotografico

 

 

“I Satelliti” sono la compagnia di Teatro Sociale di Anffas Onlus Pavia, composta da utenti dei vari servizi Anffas, educatori e volontari.  Il laboratorio è uno spazio aperto e in crescita continua, un luogo di legami intensi, di creatività e di accoglienza. La Compagnia ha messo in scena i seguenti spettacoli : “Viaggio per le città invisibili”(2011), “John era uno di noi” (2012); “Vogliamo le rose” (2013); “Corpo” (2014); “Storie che disegnano cicogne” (2015); “Elogio della leggerezza” (2016).

“STORIE – di donne e di uomini di ogni origine – CHE CAMMINANO”

 
E’ con piacere che vi invitiamo ad uno spettacolo di Playback Theatre con la nostra Compagnia Teatro di Mutuo Soccorso, che si terrà nel palazzo del Broletto di Pavia questo martedì 21 febbraio alle h. 21.00.
 
Ecco di cosa si tratta (in allegato anche la locandina) e a questo link l’evento facebook https://www.facebook.com/events/1937720763123417/ (invitate chi volete e più gente possibile):
 
In attesa del 1° marzo, l’Associazione Multietnica di Volontariato Sociale – Ci siamo anche noi – (https://www.facebook.com/Ci-siamo-anche-noi-Associazione-multietnica-di-volontariato-sociale-242960809118672/) presenta una performance di Playback Theatre con la Compagnia Teatro di Mutuo Soccorso (Associazione Antigone Pavia).

Siete tutti invitati a portare con voi un breve testo, una poesia, una canzone legata alle vostre origini, alla vostra terra,  alle vostre tradizioni.

MARTEDì 21 febbraio 2017 – alle h.21.00
Sala Conferenze del Broletto, 
via Paratici 21, Pavia
Ingresso gratuito

L’essenza del Playback Theatre è quella di mettere in scena, improvvisando, le storie delle persone, rispondendo al bisogno umano di narrare e di ascoltare racconti: attraverso la rappresentazione scenica si va oltre al racconto cercando di riscoprire il significato profondo dell’esperienza umana per condividerla con gli altri in modo “interattivo”.

DELLA VITA IL LIBRO… E LA SUA POESIA

0001

 

LABORATORIO ARTISTICO condotto da Lina Fortunato ed Elisa Ravetta, nato con l’intento di sperimentare l’incontro fra i linguaggi della Performing Art e il Playback Theatre, un’originale forma di Teatro di comunità giocata sull’improvvisazione, il gruppo, la relazione. Il lavoro partirà dal tema del libro e, in questo secondo appuntamento, della poesia, arrivando a realizzare materiali, installazioni ed improvvisazioni che attraversano l’esperienza poetica di ciascuno dei partecipanti. Portate con voi la poesia/canzone più importante della vostra vita, quella che mettereste in cima alla lista dei preferiti.
Il workshop è aperto ad attori, insegnanti, educatori, performer, fotografi, creativi, curiosi e… musicisti!

Evento inserito all’interno del progetto Leggere.pavia

Domenica 19 febbraio 2017 – dalle h.10.00 alle h.18.00
presso Circolo via d’acqua
Viale Bligny 83, Pavia

PER INFO e ISCRIZIONI (entro il 16 febbraio 2017):
info@antigonepavia.it
elisaravetta@gmail.com
Elisa 3394638307

Teatro Forum Cittadino

0001

Il Teatro Forum è una delle tecniche proprie della metodologia del Teatro dell ‘Oppresso,  ideato da Augusto Boal e fortemente radicato nei principi pedagogici di Paulo Freire. Si tratta di una particolare forma di Teatro di Comunità che, attraverso la rappresentazione di una o più scene-stimolo – dette “modelli”- caratterizzate da situazioni di oppressione o discriminazione, mira al coinvolgimento attivo del pubblico per la ricerca/sperimentazione collettiva di strategie orientate alla risoluzione della difficoltà messa in scena .

Scopo del  gruppo che  formerà il  Laboratorio integrato sarà  dunque quello  di elaborare  i “modelli” destinati alla messa in scena, cercando di abbracciare punti di vista molteplici e differenti sul tema , allo scopo di individuare collettivamente  pratiche comportamentali e ipotesi progettuali utili  alle politiche sociali.

In occasione del Festival dei Diritti, che avrà come tema “ABITARE” Antigone promuove un workshop intensivo di Teatro Forum con il focus tematico del diritto all’autonomia abitativa delle persone con disabilità. Gli operatori dell’Associazione Antigone condurranno un laboratorio intensivo finalizzato alla performance finale che si svolgerà al termine del percorso formativo.

Giorni e orario:

venerdì 04 novembre, h.14.30-h.19.30

sabato 05 novembre, h.10.00-h.13.00; h.14.30-h.19.00

domenica 06 novembre, h.14.00-h.17.00 + spettacolo h.17.30-h.19.00

Luogo:

Sala Conferenze Broletto – via Paratici 21, Pavia

Il laboratorio è gratuito e non richiede alcuna esperienza teatrale precedente.

Per info e iscrizioni contattare: Lina (333.6833332) oppure Elisa (339.4638307)

info@antigonepavia.it, elisaravetta@gmail.com

Della vita… il libro

della-vita-il-libro-8-ottobre-2016-page-001

LABORATORIO ARTISTICO condotto da Lina Fortunato ed Elisa Ravetta, nato con l’intento di sperimentare l’incontro fra i linguaggi della Performing Art e il Playback Theatre, un’originale forma di Teatro di comunità giocata sull’improvvisazione, il gruppo, la relazione. Il lavoro partirà dal tema del libro: il libro come oggetto, parola, materia, simbolo, veicolo di visioni e base della personale formazione poetica-esistenziale. Per partecipare portate con voi il libro più importante della vostra vita, quello che mettereste in cima alla lista dei preferiti. Il workshop è aperto ad attori, insegnanti, educatori, performer, fotografi, creativi, curiosi e …musicisti!

Sabato 8 ottobre – dalle h.10.00 alle h.18.30
presso Loft 39
via Riviera 39 Pavia

PER INFO e ISCRIZIONI:
info@antigonepavia.it
Lina 3336833332
Elisa 3394638307

“Il lupo, i sette capretti, un draghetto e altre storie…”

 Venerdì 22 aprile alle ore 21

 Teatro Cesare Volta,
piazzale Salvo D’Acquisto, Pavia

I bambini e le bambine e le maestre della scuola Primaria “Ada Negri” presenteranno al pubblico l’evento conclusivo dei laboratori teatrali di educazione ai sentimenti e alle relazioni condotti dall’Associazione Antigone.

ComeComunichi_Primarie_LocAntigoneM3

Il percorso di laboratorio è stato realizzato all’interno della cornice del progetto “COME COMUNICHI? Educare al rispetto tra uomini e donne” realizzato dal Comune di Pavia – Assessorato alle Pari Opportunità in partenariato con Provincia di Pavia, Centro di Ricerca Interdipartimentale MeRGED – Migrazioni e Riconoscimento, Genere, Diversità dell’Università degli Studi di Pavia, Federazione Italiana Laureate e Diplomate di Istituti Superiori – Sezione di Pavia, APOLF Pavia, Istituto Superiore A. Cairoli di Pavia, Fondazione Teatro Fraschini

 

Il Progetto è stato realizzato all’interno dell’iniziativa regionale “Progettare la Parità in Lombardia – 2015”

 

 

 

 

“Il grande Viaggio del Piccolo Aviatore”

Sabato 23 aprile 2016  ore 21.00
Teatro Civico di Tortona

Il Gruppo Teatrale “La Crisalide e il Vento”
presenta

aereo1

“Il grande Viaggio del Piccolo Aviatore”    

Il laboratorio di Teatro Sociale “La Crisalide e il Vento” è una piccola ma significativa esperienza pilota, nata lo scorso anno da un gruppo di adolescenti del territorio, con provenienze e storie fra loro molto differenti,  che parla di incontro e di legami profondi, di sogni e di fragilità,  di paure e di amicizia.

Liberamente ispirati e suggestionati dal “Piccolo Principe” di A. De Saint Exupéry abbiamo voluto esplorare il terreno affascinante e difficile dell’incontro con “pianeti” creati a misura dei nostri bisogni, spesso non detti, dei nostri timori e delle nostre migliori aspettative: il pianeta delle rose, il pianeta degli uomini seri, il pianeta delle cose inutili che regalano bellezza e così via.

Il linguaggio utilizzato è quello del Teatro Sociale: un particolare approccio all’attività teatrale, concepita come creazione spontanea di gruppo e finalizzata alla salute e al benessere individuale e sociale.

E’ il teatro che esce dai suoi luoghi convenzionali, incontra giovani (e adulti) e viene investito dalla loro energia, fantasia, creatività, inventiva. Ne esce un teatro trasformato che si riveste di obiettivi fondamentali nella crescita di una persona: attivare la fantasia, potenziare la creatività, trovare l’immagine di se stessi.

Venite a vedere la performance di questo straordinario gruppo di giovanissimi sognatori, che hanno bisogno dello sguardo complice di un pubblico di giovani cuori, che non hanno dimenticato il bambino che  continua ad abitarli …! 

Vi aspettiamo, sabato 23 aprile al Teatro Civico di Tortona!

Lina Fortunato:  Conduzione Laboratorio e regia
Roberta Crubellati: fotografia e video

Enti promotori: Comunità Crisalide, Centro Paolo VI, Opera Don Orione, Associazione Antigone 

Ulisse era un adolescente

Pronti a salpare con noi?
Vi aspettiamo

Domenica 10 aprile ore 21.00
Teatro Cesare Volta, Pavia

“Ulisse era un adolescente”

Performance del Laboratorio integrato di Teatro sociale per adolescenti
di Casa del Giovane e Oratorio Don Orione

odissea volantino-1

…e se l’Odissea fosse tutta una magnifica metafora dell’adolescenza e della difficoltà di crescere?
Se le Sirene, gli incantesimi della maga Circe, Polifemo e l’isola dei Lotofagi un modo per raccontare le paure, le insidie, le seduzioni fatali del mondo degli adulti?

Questa è la sfida dei ragazzi in questa nuova, bellissima avventura teatrale: attori, improvvisatori, autori dei loro testi e dei materiali di scena, questo gruppo straordinario si racconta con coraggio, ironia e tenerezza.  Anche laddove crescere è stato uno strappo precoce, troppo grande per spalle ancora fragili e bisognose di abbracci.

Chissà come e dove si presenterà, per loro, Itaca, il sentirsi a casa.

Questo lavoro testimonia la magia di uno spazio speciale, di un linguaggio fuori dalla durezza e dalla miopia del quotidiano: il laboratorio teatrale come luogo di ogni incontro possibile e della possibilità per ciascuno di brillare.  Ognuno a modo suo.

Lina Fortunato             :  conduzione laboratorio e regia
Antonio Russo             :  progetto e stampa locandina
Lella, Clara e Andrea   :  impareggiabili Educ-attori

Il Laboratorio Teatrale integrato si rivolge a minori italiani e stranieri (ragazzi del quartiere Vallone di Pavia, del Centro Diurno  “Ci sto dentro” e della Comunità per minori di Casa del Giovane).  Nato due anni fa come piccola esperienza pilota è ora un presidio socio-educativo e artistico della nostra periferia urbana: un luogo accogliente, sempre in movimento e in trasformazione, dove costruire benessere individuale e collettivo, grazie alla possibilità di sperimentare la  responsabilità nella relazione con gli altri e il raggiungimento di un obiettivo condiviso: la performance finale. Il laboratorio diventa così un luogo creativo e di relazioni profonde, uno spazio privilegiato dedicato alla cura dei legami e alla loro espressione.

10 marzo 2016: Performance-Concerto

L’Associazione Culturale Antigone
è lieta di invitarvi a

Locandina Combattente_def

Perfomance-concerto del laboratorio di Teatro Sociale di allievi/allieve dell’Istituto Bordoni, con la partecipazione di studenti dell’indirizzo musicale del Liceo Cairoli, a cura dell’Associazione Antigone.

Voci e storie di donne che chiedono di essere raccontate, trasformando la sofferenza in poesia, la rassegnazione in speranza, la paura in voglia di futuro.

GIOVEDÍ 10 MARZO 2016 ore 16,00
SANTA MARIA IN GUALTIERI
piazza della Vittoria 1 Pavia

sVolta teatrale

Hai tra i 14 e i 19 anni? E allora cosa aspetti?!?

Tutti i martedì dalle 14,30 alle 16 ci incontriamo al Teatro Cesare Volta (piazzale S. d’Acquisto, 1 – Quartiere Scala) per cercare di dare una bella sVolta teatrale!

Vuoi sapere di cosa si tratta?

Saranno pomeriggi di esplorazione espressiva e sperimentazione dei linguaggi del teatro sociale: corpo, musica, parole, immagini…

Vuoi sapere cosa occorre?

La voglia di divertirsi e di fare gruppo in uno spazio speciale in cui ciascuno potrà portare i propri talenti e le proprie passioni…

E alla fine?

…SPETTACOLO!

(E’ un progetto promosso dall’Assessorato all’Istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Pavia in collaborazione con l’Associazione culturale Antigone).

 

29 aprile 2017, ore 21

POESIA È LA LIMPIDA MERAVIGLIA DI UN DELIRANTE FERMENTO
spettacolo conclusivo del laboratorio S-Volta teatrale
      presso il teatro Cesare Volta di Pavia (piazzale S. d’Acquisto, 1 – Quartiere Scala)


Ma chi ha detto che la Poesia è solo roba da cattedre e studiosi di genere, da biblioteche polverose e circoli intellettuali?!?
Signore e signori, noi siamo qui per dirvi attraverso una più che delirante, imprevedibile e travolgente performance teatrale, che la Poesia è roba da tutti i giorni … basta avere occhi capaci di cogliere la bellezza e la meraviglia che il quotidiano ci offre.

Poesia è una scritta sul muro che trattiene lo sguardo e ti fa pensare; è nei piccoli grandi gesti che parlano di amicizia, di amori che nascono o che non nasceranno mai, di vittorie sfrontate e cocenti delusioni.

Poesia è un esercizio, è la scoperta di poter giocare anche con le parole, con i sensi, con le immagini. Ma Poesia è anche coraggio, trasgressione, rottura delle aspettative e… grandissima ironia.

Del resto, l’adolescenza stessa non è forse il più delirante e meraviglioso fermento che la vita ci abbia riservato di attraversare?

Lina Fortunato e Eugenio Leucci
(Associazione Culturale Antigone)

* Un ringraziamento particolare va al poeta “Delta Tau”, autore misterioso delle bellissime citazioni che impreziosiscono, inaspettate, la nostra città nonché musa ineguagliabile del gruppo S-Volta Teatrale.

 

precedenti edizioni:

Adolescenza: “alle volte uno si sente incompleto e invece è soltanto giovane”

Queste parole riassumono il percorso intrapreso in questi mesi da un gruppo di ragazzi. Un gruppo bello, di ragazzi, quelli che noi normalmente definiamo “adolescenti”: saranno loro ad accompagnarci in questo viaggio nell’adolescenza, nelle loro vite.

Sabato 4 Giugno alle ore 21. Teatro Cesare Volta, piazzale S. d’Acquisto (Pavia)

Esito finale scritto e interpretato dai partecipanti al laboratorio “sVolta teatrale” promosso dall’Assessorato all’Istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Pavia in collaborazione con l’Associazione culturale Antigone.

Formare per educare, educare per partecipare

Dal 20 novembre 2015 all’11 febbraio 2016

Csv Pavia e Arci Pavia organizzano un percorso di formazione dedicato a futuri volontari e operatori del settore che vorranno acquisire competenze per la gestione di gruppi e l’elaborazione di attività laboratoriali e interattive con i ragazzi. 

L’intento sarà quello di promuovere la creazione di un gruppo di volontari dedicato alla costruzione di percorsi per le scuole sui temi dell’inclusione sociale, della lotta ad ogni forma di discriminazione, dell’ambiente e all’anti-mafia.

L’apprendimento di operatori e volontari sarà organizzato in modo tale da prevedere sia momenti teorici di trasferimento di nozioni e concetti, che pratici, attraverso un approccio laboratoriale e partecipato.

Il corso è GRATUITO e si svolgerà a Pavia presso il Centro Servizi Volontariato (via Bernardo da Pavia, 4) e presso il Circolo Arci Via d’acqua (viale Bligny, 83) per un totale di 30 ore.

iscrizioni: info@csvpavia.net
-Il corso è realizzato nell’ambito del Festival dei Diritti-

Ecco il calendario degli incontri

corso formazione ARCIVenerdì 20/11
ore 18-20:30 a cura di Antigone: presso: sede di ARCI Pavia (piazza Allende 24/A). Se avete problemi a trovare il posto chiamate il numero 3478164655.

Giovedì 26/11
ore 18-20,30 a cura di Arcigay Pavia: Questioni LGBT e discriminazioni presso: Circolo Via d’acqua

Sabato 28/11
ore 12-14 a cura di Antigone: Educare all’incontro presso: Circolo Via d’acqua

Venerdì 11/12
ore 18-20,30 a cura di Legambiente: Educare alla difesa dell’ambiente presso: CSV

Giovedì 17/12 ore 18-20,30 a cura di Arci Lombardia: Educare contro le mafie presso: Circolo Via d’acqua

Sabato 9/1 ore 10-12 a cura di Amnesty International: Educare ai diritti umani presso: Circolo Via d’acqua

Giovedì 14/1 ore 18-20,30 a cura della dott. Nicoletta Cassiani: Gestire e risolvere i conflitti presso: Circolo Via d’acqua

Venerdì 22/1 ore 18-20,30 a cura de Il Melograno L’importanza di saper comunicare presso: CSV

Sabato 6/2 ore 10-14 a cura di Antigone Educarsi per educare presso: Circolo Via d’acqua

Giovedì 11/2 ore 18-20,30 a cura del CSV: Progettare un intervento in una scuola presso: CSV

Come comunichi?

È con immenso piacere che presentiamo il nuovo progetto di teatro sociale rivolto alle scuole secondarie di secondo grado di Pavia, sul tema della comunicazione tra uomini e donne e realizzato in collaborazione l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Pavia

Come comunichi?
Educare al rispetto tra uomini e donne

Il laboratorio è rivolto agli allievi di III e IV e si terrà il MERCOLEDÌ pomeriggio dalle 14:30 alle 16:30 presso l’Istituto Bordoni di Pavia, in via San Carlo 2, con
inizio mercoledì 25 novembre 2015.

Calendario degli incontri dei mercoledì successivi:
Dicembre 2015: 2, 9, 16
Gennaio 2016: 13, 20, 27
Febbraio 2016: 3, 10, 17, 24
Marzo 2016: 2

Vi invitiamo a partecipare e a spargere la voce!

Come comunichi?

Come comunichi?

Storie che disegnano cicogne

Locandina

Carissimi, siamo tornati in scena con i favolosi  Satelliti  (gruppo integrato di attori sociali diversamente abili).

La replica della performance è martedì 12 maggio presso il Teatro Volta di Pavia.

Si tratta di un lavoro sull’identità e la narrazione autobiografica …

Vi aspettiamo, a presto!

Lina

“Tutti i dolori sono sopportabili se li si inserisce in una storia o si racconta una storia su di essi” K. Blixen

Come sostiene anche Hannah Arendt “la storia rivela il significato di ciò che altrimenti rimarrebbe una sequenza intollerabile di eventi”…

Allora la nostra identità e il risultato di una storia, è la narrazione di un cammino, è l’immagine riflessa negli occhi di chi ci guarda. Perché la nostra storia, inconsapevolmente, crea un disegno e attraverso esso noi veniamo riconosciuti e pensati.

Vi aspettiamo martedì 12 maggio 2015.  Teatro Cesare Volta ore 21.00.  Ingresso libero.

0001

Laboratorio di Teatro Forum

Banksy-No-Ball-Gam_2628840bTeatro Forum 2015_volantino
Per il quarto anno consecutivo l’Associazione Culturale Antigone, in collaborazione alle Associazioni di Pavia che hanno presentato il progetto “Socialmente Acerbi” al Bando Volontariato 2014 (Comitato di Coordinamento Pavese per i problemi dell’Handicap, UILDM, Comitato Genitori Acerbi, Aps Città Giardino, Calypso aps, Il Melograno), e all’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Pavia promuove un percorso di laboratorio teatrale gratuito finalizzato alla realizzazione di un Teatro Forum.Il Teatro Forum è una delle metodologie del “Teatro dell’oppresso”, ideato da Augusto Boal negli anni 60 e fortemente radicato nei principi pedagogici di Paulo Freire.
Si tratta di una particolare forma di teatro di comunità che, attraverso la rappresentazione di una o più “scene-stimolo” (dette “modelli”) caratterizzate da situazioni di oppressione o discriminazione, mira al coinvolgimento attivo del pubblico per la ricerca/sperimentazione collettiva di strategie orientate alla risoluzione del conflitto rappresentato.

Possono partecipare al laboratorio teatrale tutti i cittadini di Pavia, in particolare gli abitanti del quartiere “Giardino” di Pavia (a cui è specificatamente rivolto il progetto “Socialmente Acerbi”).
Non è richiesta alcuna pregressa esperienza teatrale e non esistono vincoli fisici alla partecipazione.
Al contrario è richiesta massima disponibilità al dialogo e al confronto e alla messa in gioco personale.
Il laboratorio potrà ospitare fino a un massimo di 20-25 partecipanti.

Addestramenti Playback Theatre con la Compagnia Teatro di Mutuo Soccorso

circo9

 

CALENDARIO ADDESTRAMENTI 2014/2015

Incontri di 3 ore cadauno,
fascia oraria h. 19.30-22.30
presso Villa Ticinum, Via Oberdan 19, 27100 Pavia

secondo il seguente calendario:

PRIMO TRIMESTRE:

07 ottobre – ADDESTRAMENTO DI PROVA
14 ottobre
28 ottobre

04 novembre
18 novembre
25 novembre

09 dicembre
16 dicembre

Il Playback Theatre è un teatro comunitario, la sua essenza è quella di mettere in scena, improvvisando, le storie delle persone che le hanno appena narrate. Risponde al bisogno umano di narrare e di ascoltare racconti: attraverso la rappresentazione scenica va oltre al racconto cercando di riscoprire il significato profondo dell’esperienza umana per condividerla con gli altri.

Il Playback Theatre spesso ha luogo in setting con una compagnia addestrata di attori che mettono in azione le storie dei membri dell’uditorio.
Gli incontri con la Compagnia Teatro di Mutuo Soccorso creano l’occasione di sperimentare questa metodologia in cui gli ingredienti necessari sono il rispetto, l’ empatia, il mettersi in gioco e piacere di rappresentare.

Oltre agli attori, nel playback vi è il musicista, una sorta di quinto attore che, insieme al gruppo in scena, improvvisa con il suono!
Ha il compito di commentare musicalmente (improvvisando con percussioni e/o vari strumenti musicali) i diversi momenti dell’azione scenica.
Accompagna e contrappunta con l’efficacia del mezzo musicale il “via!”, il crescendo, l’esaurirsi e lo “stop” dell’azione drammatica. Il musicista ha il compito di scandire il ritmo delle rappresentazioni, essere ricettivo e in sintonia con gli attori.

SE SEI INTERESSATO CONTATTACI TRAMITE I SEGUENTI CONTATTI per AVERE TUTTE LE INFO:

Elisa tel. 3394638307 elisaravetta@gmail.com
Lina tel. 3336833332 lifortunato@tiscali.it
Andrea tel. 3331915815 a.vanni.p@gmail.com

Performance di Playback Theatre “VIVERE IN COMUNITA’ : STORIE, SOGNI, RACCONTI”

Carissimi,
domenica 20 luglio saremo con la nostra Compagnia di Playback Theatre in “ritiro teatrale” per il week end in un posto veramente speciale, a due passi da Tortona : la comunità di Berzano.

E’ una comunità di vita composta da diversi nuclei familiari, che condividono obiettivi e valori forti, legati all’accoglienza, alla condivisione delle risorse e molto altro ancora, difficilmente sintetizzabile in poche parole. La struttura ospita gruppi per seminari ed eventi di vario genere, in una corte di rara bellezza, che merita di essere “vissuta” almeno un poco.

Abbiamo perciò pensato di chiudere il nostro seminario con una performance di Playback aperta alle famiglie che ci ospitano e ad un pubblico allargato, dal titolo “Vivere in Comunità: storie, sogni e progetti”.

Se vorrete partecipare, portate con voi qualcosa da mangiare (o bere) da condividere nell’aperi-cena che concluderà la performance, per stare ancora insieme e godere della meravigliosa ospitalità della comunità di Berzano.

Vi aspettiamo!
Lina, Andrea ed Elisa

Playbackaberzano

Teatro Sociale. “CORPO”

10312511_555715131209282_2351686890314780673_n

“Tu che brilli e il mondo non lo vede

Timida e leggera come neve

Anima lieve”

 (Negrita)

“CORPO”  (Satelliti 2014)

Il corpo è la cifra ineliminabile dell’essere, è involucro, esistenza, strumento di conoscenza e di dialogo.  Il corpo rappresenta la persona : siamo tutti “condannati”  ad esistere come esistenza corporea, siamo nel corpo, che è prigione e rifugio. E il corpo è il nodo cruciale del sentire e del pensare : ogni persona, prima di essere un soggetto pensante è un soggetto senziente, in cui il sentire è attraverso i sensi ma anche e soprattutto un sentire emozionale.

Il corpo orienta, governa, condiziona la biografia.  Le storie personali potrebbero essere costruite guardando ciò che la propria corporeità permette di vedere, udire, sentire : colori, suoni, odori, cicatrici (visibili o interiori) con tutto quello che rivelano.

Attraverso il Teatro noi mettiamo in scena il corpo, una corporeità che si scioglie, che perde rigidità, che diventa sinuosa e flessuosa, che si rilassa e si diverte : una corporeità piacevole che vuole offrirsi allo sguardo e che grida il  desiderio di vivere attraverso il proprio modo di essere, personale e irripetibile.

Attraverso il Teatro abbiamo scelto e “indossato” le parole che  ogni corpo racchiude per descriversi,  giocando a governare le immagini del nostro corpo attraverso l’obiettivo fotografico.

Il corpo di chi è diversamente abile, per lungo tempo concepito come stigma della diversità e marginalità, a teatro diviene identità in costruzione, cifra, segno poetico, simbolo di universale fragilità.

 

 

Lina Fortunato    conduzione laboratorio e regia

Simone Ludovico  fotografia

 

 

Teatro Forum Cittadino 01/04/2014 S.M. Gualtieri-Pavia ore 21:00

 Dal percorso di preparazione con il gruppo di attori, verranno rappresentate delle situazioni problematiche connesse al tema della discriminazione di genere e della violenza domestica, in cui gli spett-attori saranno coinvolti per trovare le soluzioni che possono risolvere la conflittualità messa in scena, frutto delle reali esperienze di chi ha vissuto o assistito agli eventi rappresentati.

Locandina Spett Teatro Forum 2014

 Lo spettacolo, che rientra tra le iniziative previste da “Alfabeti differenti”, è stato realizzato attraverso il finanziamento dell’Assessorato alle Pari Opportunità e del Settore Servizi Sociali e Abitativi del Comune di Pavia.