Laboratori

“LA CRISALIDE E IL VENTO”

Il laboratorio di Teatro Sociale “La Crisalide e il Vento” è nato nel 2013 da un piccolo progetto pilota, inizialmente finalizzato all’inclusione sociale e alla prevenzione del disagio di minori con fragilità coinvolgendo sia i giovani ospiti della Comunità “Crisalide” di Tortona (Istituto Paolo VI Onlus), sia alcuni giovani volontari dell’Opera Don Orione.

Attualmente il laboratorio conta una trentina di “attori sociali” fra giovani con disagio psichico delle strutture del Paolo VI (Casalnoceto e Tortona) e studenti del Liceo Peano di Tortona, con la guida di Antigone APS per la conduzione del laboratorio e la regia dello spettacolo. L’espressione artistica e poetica offerta dal laboratorio stimola la scoperta di risorse che i ragazzi non pensavano di possedere e che, al termine del laboratorio, hanno ormai acquisito per se stessi. La rottura dell’isolamento socio-affettivo di alcuni giovani, la ricerca di una modalità di relazione adeguata e nel contempo rispettosa delle fragilità personali sono un’occasione rara e preziosa; la vicinanza, l’empatia, il far parte di un’impresa condivisa e la responsabilità che questa comporta (lo spettacolo finale) sono benefici ed esperienze di vita che entrano a pieno titolo nella costruzione della personalità e del proprio quadro valoriale.

Lo spettacolo di quest’anno andrà in scena al Teatro Civico di Tortona

VENERDì 15 MAGGIO alle ore 21.00

Progetto realizzato con il contributo di Fondazione SociAL 

 

La Bellezza Resta: “Che coss’è l’amor” al Festival dei Diritti 2019

Performance sull’amore… un evento di grande dolcezza, un intreccio di arte, Bellezza e sociale realizzato durante il laboratorio annuale rivolto a malati di Parkison, caregivers e volontari appassionati, guidati da Antigone Pavia APS.

Domenica 1° dicembre vi aspettiamo presso la sala Convegni Broletto, alle h.18.00.

Ingresso gratuito con donazione libera all’Associazione Pavese Parkinsoniani.

Il laboratorio si realizza tutti i sabati mattina presso i Musei Civici di Pavia e ripartirà a dicembre: è aperto e gratuito per tutti coloro che vorranno parteciparvi.
Per informazioni:
info@antigonepavia.it
tel.3336833332, tel.3394638307

 

Anteprima di ANTI-CORPI POETICI
Festival di Teatro e Diversità
con il sostegno di Fondazione Cariplo

Corso di Teatro Forum al Laboratorio Sociale Crosione!

Antigone Pavia APS promuove per il Laboratorio Sociale Crosione, un corso molto speciale di Teatro-Forum, un’esperienza intensa e coinvolgente che, utilizzando il linguaggio creativo e la potenza comunicativa del Teatro, ha l’obiettivo di mettere in scena situazioni problematiche sulle quali il pubblico partecipante è chiamato a dire la propria, elaborando una strategia collettiva di superamento del problema.

A chi si rivolge: comuni cittadini, volontari, operatori della mediazione, educatori e quanti vogliano sperimentare una modalità interattiva e costruttiva di superamento dei conflitti!

Venite a provare mercoledì 13 novembre alle h.19.00 presso gli spazi del laboratorio, in piazzale Crosione 10 – Pavia.

Il laboratorio è gratuito per tutti i partecipanti.

s-Volta Teatrale – Il ritorno, parte terza

Apartire da

martedì 7 novembre 2017 dalle 14.30 alle 16.00

torna s-Volta teatrale, il laboratorio di teatro sociale per adolescenti.

Dove?

Al Teatro Cesare Volta, p.zzle Salvo D’Acquisto1 Pavia (rione Scala)

Cosa Faremo?

Il laboratorio si rivolge a tutti i ragazzi che hanno voglia di creare, di sperimentare la bellezza del rapporto tra pari, di condividere un linguaggio che parte dal corpo per esprimere talenti personali ed emozioni. Non è richiesta nessuna esperienza precedente.

Cosa serve per partecipare?

La voglia di divertirsi e di fare gruppo in uno spazio speciale, in cui ognuno potrà portare passioni, interessi, capacità, curiosità.

e alla fine?

SPETTACOLO!!!

per iscriversi al laboratorio basta compilare il seguente modulo.

Info e Contatti:

Lina: 3336833332 Matteo: 3284533421

 

SPOON RIVER IN ROCK!

Workshop con performance finale aperta al pubblico

“La storia della vita è più veloce di un battito di ciglia”
Jimi Hendrix 

SPOON RIVER IN ROCK 2 leggero

Nella morte, invece, i personaggi si Spoon River si esprimono con estrema sincerità, perché non hanno più da aspettarsi niente, non hanno più niente da pensare. Così parlano come da vivi non sono mai stati capaci di fare.”
Fabrizio De Andrè

Da Elvis ai Pink Floyd il rock è sempre stato scenico, esibito, pubblico. Quello buono pure tragico, colto, profondo, sorridente o irridente, coraggioso, sanamente oltraggioso. Come Euripide, Plauto, Molière, Brecht o Emma Dante. Infatti il rock non è solo musica ma, come il teatro, anche un sentimento del mondo, un’attitudine alla vita e alla narrazione. E anche drammaturgia, scrittura, poesia, testo.

Il teatro del rock incontra Edgar Lee Masters sulla collina di Lewinstown dove i grandi miti del rock e personaggi minori, al seguito del maledetto circo, groupies, produttori, guru e altri, raccontano una generazione in fiamme, cronache da un mondo che stava per cambiare. La maledizione del club dei 27, i magici concerti di Jim Morrison, il mistero di Abbey Road, si incrociano con gli abitanti dell’immaginario Spoon River, dando vita a un opera d’Arte visiva, una commedia umana del rock.

Il metodo di lavoro è quello dell’Arte performativa nel suo dialogo con il teatro: saranno presi in considerazione e analizzati i concetti di allestimento, performance, personaggio e storia personale.

Ogni performer si farà portatore di un personaggio del rock e di una storia, ma anche di una propria auto-narrazione poetica. Nell’evoluzione contemporanea della figura dell’artista di scena, il percorso di studio attoriale si muove attraverso una serie di elementi incogniti e individuali che costituiscono il valore della presenza umana.

bowie:

Il workshop con esito finale aperto al pubblico è rivolto a chi ha precedenti esperienze nel settore  del teatro, delle Performing Arts e delle Arti Visive o a chi ha già partecipato a precedenti JUST DOING diretti da Alessandro Fantechi.

Il workshop si terrà presso il Chiostro della Chiesa di San Lanfranco (Pavia) nelle giornate del 27, 28, 29 Maggio. Nella serata del 29 maggio si realizzerà la performance conclusiva del workshop, rivolta a tutta la cittadinanza, per il Progetto “… e con la vita avrebbe ancora giocato” – Viaggio nell’universo poetico di Fabrizio De Andrè (“Non al denaro non all’amore nè al cielo”) ed Edgar Lee Masters (“Antologia di Spoon River” ) a cura di Leggere Pavia e Compagnia della Corte.
Per maggiori informazioni e per le iscrizioni contattateci a:
info@antigonepavia.it       elisaravetta@gmail.com

Oppure via telefono a:
Elisa Ravetta 339.46.383.07     Lina Fortunato 333.68.333.32

Le iscrizioni termineranno il 6 maggio!